Recensione Redmi 8 – TOP a 130 Euro

di Luca Crocco 0

recensione redmi 8

Ero scettico quando Xiaomi mi ha chiesto di provare il Redmi 8. Non ho mai provato uno smartphone così economico, ma ho accettato la sfida. Il risultato? Un piacevole lieto fine.

Design

recensione redmi 8

Questa volta sono stato fortunato. Redmi 8 è arrivato in questa colorazione rossa, davvero bellissima. Adoro il contrasto di colori tra il rosso della back cover e il dettaglio nero attorno alle fotocamere. Come da trend, il telefono restituisce dei bellissimi effetti quando viene colpito direttamente dalla luce.

Pur trattandosi di uno smartphone molto economico, l’attenzione ai dettagli e la cura nei materiali utilizzati è incredibile. Non si sentono scricchiolii, alla vista e al tatto il telefono restituisce un senso di robustezza che non sempre troviamo su dispositivi di questa fascia.

Le fotocamere e il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali sono quasi a filo con la scocca. Altro dettaglio che mi è piaciuto tantissimo. Sul fronte troviamo invece il grande display da 6.22 pollici, interrotto da un piccolo notch a goccia che contiene la fotocamera per i selfie.

Come ormai su tutti gli smartphone Android, non sperate minimamente di trovare le cornici simmetriche. Redmi però giustifica il mento più pronunciato rispetto alle altre tre cornici inserendo il proprio logo nella cornice. Dettaglio carino devo ammettere.

Sul frame destro trovano spazio il bilanciere per il volume e il pulsante di accensione\spegnimento, superiormente ci sono il blaster ad infrarossi ed il secondo microfono, a sinistra c’è lo slot per inserire due sim più l’espansione di memoria. Ovviamente, basta una Micro SD tradizionale.

Display

redmi 8 recensione

Il display è la cosa che mi ha deluso di più di questo Redmi 8. Intendiamoci, so benissimo che stiamo parlando di uno smartphone da poco più di 100 Euro, e non potevo aspettarmi di più, ma utilizzarlo all’aperto è davvero difficile. In queste giornate autunnali siamo al limite, ho provato a metterlo sotto la luce del sole e devo ammettere che la faccenda è davvero critica. Spesso è complicato riuscire a vedere il display. Xiaomi però implementa una funzione molto carina, che io apprezzo sempre. Ossia, quando il display rivela una forte luminosità ambientale, spara i colori oltre la luminosità massima. Questa funzione non fa miracoli, ma ammetto che in diverse situazioni ha migliorato le cose.

Il pannello in questione è da 6.22 pollici in risoluzione 1520×720 interrotto da un piccolo notch a goccia. Nonostante la risoluzione non altissima, non si vedono i pixel del pannello, i colori sono buoni, ovviamente manca la certificazione HDR. Ma per un utilizzo molto basilare va più che bene.

Fotocamera

redmi 8 recensione

Sul retro troviamo due fotocamere: 12 megapixel + 2 megapixel. Non che Redmi non voglia percorrere la gara di chi ha più fotocamere tra gli smartphone, ma l’obiettivo dell’azienda era quello di portare sul mercato uno smartphone super economico, che magari facesse poche cose, ma fatte per bene. La fotocamera è proprio una di queste cose. Nonostante il prezzo, funziona bene. Ma scordatevi di portarvi a casa scatti di qualità nelle ore più buie. Avrete bisogno sempre di tanta luce per ottenere scatti decenti.

Non c’è il grandangolo, la seconda fotocamera serve per garantire foto con effetto bokeh. I risultati sono buoni, anche qui specialmente di giorno. Non siamo minimamente vicini ai risultati degli smartphone top di gamma, ma vi ricordo che questo Redmi 8 costa un decimo rispetto all’iPhone 11 Pro Max, ad esempio.

La fotocamera anteriore è da 8 megapixel e regala selfie decenti, accettabili. Niente di più. Presente anche qui la modalità ritratto e il classico effetto bellezza al quale Xiaomi ci ha abituati ormai da anni. Di notte, non ve lo dico nemmeno. Se potete evitare di fare selfie, evitate! Questa fotocamera permette anche di sbloccare il telefono con il volto. Funzione che sarà molto comoda durante il giorno. Un po’ meno di notte, in quanto la fotocamera non riuscirà a sbloccare il volto, in quanto parliamo di un normalissimo sblocco 2D.

Insomma, non stiamo davanti ad un camera phone. Fa foto buone di giorno, sia con le cam posteriori che con quella anteriore. Ma di notte la qualità cala drasticamente, come è giusto che sia, dato il prezzo di vendita.

Hardware e Prestazioni

redmi 8 recensione

Sotto il punto di vista delle prestazioni sono rimasto davvero colpito. Redmi 8 va sempre alla grande, gira sempre tutto bello liscio e senza intoppi. Complice anche ovviamente l’ottimizzazione software. Anche perché la scheda tecnica non fa gridare al miracolo. Troviamo infatti uno Snapdragon 439, una Adreno 505, 4GB di memoria RAM e 64GB di memoria interna a disposizione dell’utente. Espandibile tramite Micro SD.

Ho giocato per un po’ ad Asphalt 9, come sapete è sempre questo il mio titolo di riferimento per testare le prestazioni degli smartphone, e devo dire che gira davvero bene. Quando si presentano esplosioni, fiamme e scintille c’è qualche calo di frame, ma nulla di catastrofico. Anche il classico trittico tra le applicazioni non ha dato problemi. Instagram, Facebook, Twitter, Maps, Youtube ecc… funzionano bene, ovviamente lo smartphone supporta tutte le ultime versioni di queste app senza alcun tipo di problema.

A completare il comparto hardware di Redmi 8 troviamo:

  • LTE 4G;
  • Wi-fi 802.11b/g/n;
  • GPS A-GPS/GLONASS;
  • Bluetooth 4.2 con A2DP/LE;
  • USB Type-C 2.0;
  • Accelerometro;
  • Giroscopio;
  • Bussola;
  • Sensore di prossimità;
  • Radio FM.

Purtroppo, come tutti gli Xiaomi economici, manca il chip NFC.

Software

redmi 8 recensione

Non vorrei perdermi troppo in chiacchiere per quanto riguarda il software. Come da tradizione è presente la MIUI in versione 11, basata su Android 9.0 Pie.

La MIUI è sempre la MIUI. Non sono state introdotte nuove funzioni, ma ce ne sono comunque talmente tante da poter accontentare ogni tipo di utenza. Ad esempio è possibile nascondere il notch. Scegliere se visualizzare, finalmente, le icone di notifica nella barra in alto. Inoltre è possibile creare un secondo spazio di lavoro, presente anche la dark mode. Si possono gestire i temi e tanto altro ancora.

Purtroppo resta un po’ il limite delle notifiche con le app di terze parti. Al primo avvio dell’applicazione in questione, ci verrà chiesto di impostare le nostre preferenze per quanto riguarda il comparto delle notifiche selezionando se visualizzare o meno i badge, i pop-up e le notifiche nella schermata di blocco. Peccato che Xiaomi\Redmi non riescano ancora a garantire all’utente una gestione delle notifiche semplice, curata ed efficiente.

Batteria

redmi 8 recensione

Nel corpo relativamente piccolo del Redmi 8 è alloggiata una batteria da bene 5000 mAh. Impossibile da scaricare in una sola giornata di utilizzo, vi porterà sempre, o quasi fino al mattino del giorno seguente. Sono rimasto davvero sorpreso di questo, in quanto lo smartphone è davvero comodo da utilizzare anche con una sola mano (siamo al limite) e comunque spessore e peso sono ben bilanciati.

Prezzo e conclusioni

Ho accennato più volte al prezzo in questa recensione, ma effettivamente non vi ho ancora detto quanto costa questo Redmi 8 di Xiaomi. 130 Euro circa su Amazon. Il prezzo è assolutamente variabile, anche di giorno in giorno, quindi è difficile darvi una stima precisa. Che dire, a questo prezzo lo ritengo uno dei migliori se non il migliore nella categoria.

Come detto, non avevo mai provato uno smartphone così economico, ma nel corso di questi dieci giorni di test mi sono informato tanto sui vari competitors, e se avete 130 Euro di budget, per fare un regalo alla nonna, o se dovete regalare il primo smartphone al vostro fratellino, con questo Redmi 8 andrete sicuramente sul sicuro.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.