Il CEO di OnePlus conferma lo sviluppo di uno schermo a 120Hz

di Giuseppe La Terza 0

OnePlus ha programmato un evento in Cina oggi chiamato “OnePlus 2020 Screen Technology Communication Meeting” in cui la società ha svelato la sua tecnologia per gli schermi di prossima generazione.

Poche ore prima dell’evento, il CEO di OnePlus, Pete Lau, aveva confermato sulla piattaforma cinese di microblogging Weibo che la società ha completato lo sviluppo di uno schermo a 120Hz e che ulteriori dettagli sullo stesso sarabbero stati condivisi all’evento previsto per oggi.

Il suddetto evento si è tenuto oggi, ovvero 13 gennaio, nel giardino fiorito di Shenzhen B.PARK. Lo sviluppo di uno schermo con frequenza di aggiornamento a 120Hz è un altro importante passo avanti per l’azienda, che si sta concentrando sempre più sull’offerta di specifiche e caratteristiche premium.

Nella conferenza, OnePlus ha rivelato alcuni aspetti salienti della prossima serie di smartphone di punta OnePlus 8. Sarà caratterizzato dalla presenza di un Fluid Display OLED 2K con una frequenza di aggiornamento di 120Hz e una frequenza di campionamento dello schermo di 240Hz, la più alta del settore. Il display utilizza materiali organici di ultima generazione che emettono luce, con una luminosità massima di oltre 1000 nit e una durata molto più lunga. Inoltre, è stato anche rivelato che il nuovo schermo di OnePlus ha il più alto standard di riproduzione del colore di JNCD <0,8, che batte il JNCD <0 di iPhone 11 Pro Max e la media del settore di JNCD <2.

In particolare, la società ha persino affermato di aver apportato alcune ottimizzazioni uniche al display a 120Hz; tutto ciò per consentire tre principali fattori: scorrevolezza, precisione e comfort.

opo numerose ottimizzazioni del sistema, molte delle principali app saranno in grado di sfruttare appieno la nuova frequenza di aggiornamento di 120 Hz. Ma, per i video, c’è un ulteriore ostacolo, poichè la maggior parte dei contenuti video è ancora riprodotta a 24 fps o 30 fps.

Per risolvere questo problema, OnePlus ha introdotto la tecnologia MEMC per offrire una riproduzione video più fluida. Si tratta di una tecnologia presente nei televisori di fascia alta che utilizza regolazioni algoritmiche in tempo reale per inserire frame aggiuntivi in un file video, consentendo di riprodurre a 60 o addirittura 120 fps anche video che normalmente girano a 24 o 30 fps.

La tecnologia MEMC è più esigente in termini di potenza computazionale ed elaborazione degli algoritmi, il che rende molto difficile il semplice trasferimento da TV a smartphone. Utilizzando una soluzione MEMC basata su hardware, OnePlus è riuscito a elevare i frame rate a 60 o addirittura 120 fps con un basso consumo energetico, offrendo agli utenti un’esperienza di visualizzazione fluida e fluida.

Ci sono molti importanti sviluppi in corso per quanto riguarda i display degli smartphone: dai sensori di impronte digitali in-display ai moduli della fotocamera in-display, fino ad arrivare a una frequenza di aggiornamento sempre più elevata. Con la serie OnePlus 7T il display è arrivato a una frequenza di aggiornamento di 90Hz e ora sappiamo che il dispositivo di punta di nuova generazione disporrà di questa nuova tecnologia, arrivando cosi a ben 120 Hz.

In precedenza, Pete Lau aveva confermato che tutti i futuri smartphone dell’azienda sarebbero stati dotati di display con frequenza di aggiornamento di 90Hz o superiore.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.