OPPO Find X2 Pro, il nuovo RE degli Android è arrivato – Recensione

di Andrea Cervone 0

OPPO Find X2 Pro è finalmente arrivato e si tratta probabilmente del top di gamma più concreto attualmente in commercio, nonché dello smartphone Android di fascia alta probabilmente più riuscito fino ad oggi. Scopriamolo all’interno della nostra recensione completa.

Design

OPPO Find X2 Pro non è sicuramente così iconico e ricercato come il suo predecessore, ma su questa linea sembra proprio che l’azienda cinese non voglia smettere di puntare anche per quanto riguarda l’estetica. Il terminale si presenta soprattutto con un particolarissimo retro, realizzato o in ceramica oppure, come sulla nostra versione test, in pelle vegana. Questo insolito materiale offre un touch and feel completamente nuovo che ho particolarmente apprezzato per due motivi: il telefono in mano no scivola affatto e soprattutto la back cover resiste senza problemi ad urti e graffi. L’unico dubbio è l’eventuale tenuta nel tempo del colore e l’eventuale mutazione delle tonalità originali dovute al contatto con liquidi o altri agenti esterni.

Nella back cover sono inoltre incastonati il logo OPPO (posizionato in verticale) e il modulo con tripla fotocamera, particolarmente grande e sporgente, tanto da far “ballare” notevolmente il dispositivo quando questo viene poggiato sulle superfici. A livello di spessore, tra l’altro, l’intera scocca del dispositivo è spessa 8.8mm, quindi non si tratta sicuramente di un dispositivo “magro”, ma nemmeno leggerissimo, visto che il suo peso si attesta sui 207 grammi. Le dimensioni della scocca sono di 165.2 x 74.4 x 8.8 millimetri e risultano particolarmente importanti durante l’utilizzo ad una mano, tanto da richiedere talvolta l’utilizzo della specifica modalità ad una mano per essere più comodi nelle operazioni.

Sul fronte invece il dispositivo cambia completamente e ci accoglie con un rapporto cornici/schermo del 93% che è stato raggiunto rendendo quasi simmetriche le cornici opposte (quella inferiore è solo di poco più spessa di quella superiore). Per la fotocamera anteriore questa volta la scelta è ricaduta su una fotocamera integrata nello schermo e posizionata nell’angolo in alto a sinistra del dispositivo. Viene quindi abbandonato il sistema meccanico che trovavamo sul primo Find X e anche sulla serie Reno 1-2. Chiaramente non ci sono tasti fisici ma abbiamo solo gli essenziali accensione/spegnimento e i comodissimi tasti del volume che hanno una conformazione particolarmente ergonomica. Piccolo bonus: custodia in silicone inclusa in confezione!

Display

Arriviamo a lui, l’incredibile schermo di OPPO Find X2 Pro. Si tratta di un’unità AMOLED da ben 6.7 pollici con una risoluzione massima pari al QHD+ (1440×3168 pixel) con 513 ppi e 16 milioni di colori. Il tutto viene coperto da un resistente Gorilla Glass 6 che dovrebbe aiutare a migliorare la resistenza generale del dispositivo a cadute e graffi. La vera innovazione è però nel refresh rate che arriva a 120 Hz con campionamento del touchscreen fino a 240 Hz. Insomma, un dispositivo fluido da guardare e ancora più fluido da utilizzare. Già rispetto a OnePlus 7T/7T Pro la differenza si percepisce in modo importante, ma diventa ancora più accentuata quando si confronta il Find X2 con dispositivi che presentano un refresh rate “standard” a 60 Hz. Il refresh rate potrà essere modificato automaticamente dal dispositivo in base a ciò che l’utente farà (ad esempio se si guarda un film a sotto i 60 fps, il refresh rate scende. Se si gioca il refresh rate sale). In alternativa si potrà scegliere manualmente il refresh rate preferito.

Questo schermo è inoltre dotato di tutte le più recenti e avanzate caratteristiche software, tra cui il True Tone, la dark mode, la modalità che attenua le luci blu ed è inoltre supportato l’HDR. Ottimi inoltre i contrasti, totali i neri e positivi anche gli angoli di visione. Nel complesso uno schermo davvero eccellente che si candida come miglior proposta del momento insieme a quello di Galaxy S20 Ultra.

Hardware

Parliamo ora di hardware, probabilmente insieme allo schermo il punto di forza principale di OPPO Find X2 Pro. Il nuovo top di gamma dell’azienda cinese non scende a compromessi e si equipaggia con il processore Qualcomm Snapdragon 865 accompagnato da 12 GB di RAM e da 512 GB di memoria di archiviazione, sfortunatamente non espandibile. La GPU integrata è invece una Adreno 650. Potete ben capire che con una dotazione hardware simile le prestazioni di questo smartphone OPPO non possono che essere stellari: zero rallentamenti, fluidità in ogni operazione, nessun riscaldamento. Semplicemente il top del top. Veramente non serve aggiungere altro, se non che la ColorOS contribuisce con le sue animazioni a rendere tutto più rapido.

Seriamente: perché dovrei dirvi altro? Migliori prestazioni in circolazione, sia nell’uso normale che nell’uso più intenso (giochi inclusi). Nulla di negativo da segnalare. Questo è il comparto hardware di OPPO Find X2 Pro. Possiamo solo aggiungere qualche considerazione sui sensori biometrici: il sensore di riconoscimento del volto è veloce e preciso, ma essendo assente un sensore per la profondità di campo non è sicurissimo, così come non è in grado di funzionare al buio mancando un illuminatore laser; invece è molto preciso e veloce il sensore di impronte integrato sotto lo schermo del dispositivo.

Connettività

Completissima è anche la connettività del nuovo nato di casa OPPO: oltre all’introduzione del 5G – che però per il momento va preso più come un dato a se stante che come una concreta utilità per l’utente finale –  troviamo il Bluetooth 5.1, il WiFi 6 (a/b/g/n/ac/ax) NFC, connettore USB-C 3.1 e GPS/GLONASS/BeiDou/Galileo. Anche qua, c’è veramente di tutto e di più. Le velocità di navigazione sono davvero ottime, sia su rete cellulare che su WiFi, così come la ricezione che ci è sembrata davvero al top.

Audio

Molto positivo anche il comparto audio su questo Oppo Find X2 Pro che include un doppio speaker in grado di offrire un audio stereo di qualità e con un buon volume. A venire in soccorso al tweeter principale – posizionato in basso – c’è la capsula auricolare che si trasforma anche in secondo altoparlante. Il comparto audio è inoltre migliorato grazie alla presenza del Dolby Digital che offre un ascolto con un bilanciamento tra alti, bassi e medi davvero interessante. Manca invece il connettore jack, ma in confezione troverete le auricolari OPPO con connettore USB-C pronte per l’uso.

Software

OPPO Find X2 Pro introduce la nuova ColorOS 7, una versione del software della casa cinese che migliora sotto diversi aspetti rispetto alla precedente. Sicuramente un grosso passo in avanti è stato fatto con il design, che non viene stravolto ma migliorato e soprattutto reso più personalizzabile, ad esempio tramite l’introduzione della personalizzazione della forma delle icone nella Home e con la collaborazione con designer terzi. Troviamo anche il nuovo Oppo Sans come font di sistema, la funzionalità Focus – che ricorda la modalità Zen di OnePlus – tanti meccanismi di automazione, un’interfaccia dual e un comando rapido per passare da un’app ad un’altra. Viene inoltre introdotto un gestore delle password integrato, la possibilità di aprire in finestra ridotta alcune app e una nuova piattaforma per il trasferimento rapido dei file. Per il resto troviamo la solita esperienza utente quasi-stock e non molto dissimile da quella offerta dalla OxygenOS. Fluidità (ancora una volta) e immediatezza d’uso sono le due parole che descrivono meglio la ColorOS 7.

Fotocamera

OPPO Find X2 Pro è dotato di tre fotocamere principali sul retro, rispettivamente un’ottica standard con sensore da 48 megapixel e apertura f/1.7, una ultra-grandangolare sempre da 48 megapixel con ottica f/2.2 e uno zoom periscopico con sensore da 13 megapixel f/3.0, per ingrandimenti ibridi fino a 10X e digitali fino a 60X. Tutte queste ottiche presentano, inoltre, una stabilizzazione ottica. La qualità degli scatti è sicuramente la migliore mai vista su uno smartphone OPPO, ma siamo vicinissimi anche ai risultati dei principali cameraphone. Parlando della fotocamera principale, questa permette di acquisire scatti fino a 48 megapixel ed è sicuramente quella che permette di tirare fuori i risultati migliori, anche grazie al riconoscimento delle scene tramite intelligenza artificiale; meno bene la grandangolare – che ha però messa a fuoco – che perde dettagli nelle foto soprattutto ai bordi; interessante infine lo zoom telescopico che fino a 10X permette di ottenere ingrandimenti praticamente senza perdita di dettagli, mentre da 10X a 60X la situazione va peggiorando progressivamente in termine di dettaglio e rumore; utilizzabile generalmente fino a 30X. Buonissima la modalità ritratto che anche senza sensore ToF scontorna davvero bene i volti dei soggetti. Poco incisiva invece è la modalità notte, pur sempre presente ma che bisogna attivare manualmente.

Per quanto riguarda i video questi possono essere acquisiti dalla fotocamera posteriore fino alla risoluzione 4K a 60 fps, con tanto di modalità bokeh particolarmente efficace e di opzione “super-steady” per far si che la stabilizzazione ottica funzioni quasi come quella di un vero e proprio gimbal. Rapida e precisa è inoltre la messa a fuoco del dispositivo. Sicuramente quelli di OPPO Find X2 Pro sono tra i migliori video che possano essere acquisiti da un top di gamma Android oggi.

IMG20200307172356 IMG20200307172351 IMG20200307172358 IMG20200307172401 IMG20200307172405 IMG20200308112420 IMG20200308112615 IMG20200308112612 IMG20200308112311 IMG20200308112309 IMG20200308112307 IMG20200308112305 IMG20200307175959 IMG20200308190419 IMG20200307175932 IMG20200307173426 IMG20200307173207 IMG20200307172635

Batteria

Tutto oro quello che luccica? Quasi. L’unico aspetto leggermente deludente di Oppo Find X2 Pro è la sua autonomia, nonostante una batteria da ben 4260 mAh: non ci troviamo infatti dinanzi ad un battery phone, ma con qualche accorgimento (e aggiornamento) le cose possono cambiare in positivo. Utilizzando il dispositivo così come viene fornito di fabbrica, quindi con schermo a 120 Hz in QHD e nessuna limitazione prestazionale, sarà generalmente difficile andare oltre le 4.30/5 ore di schermo con un utilizzo medio-intenso. Questo senza ricorre però alle modalità di risparmio energetico che possono invece contribuire a migliorare le cose. Scegliendo di utilizzare il device con schermo a refresh rate più basso la situazione già cambia parecchio ed è possibile aggiungere all’incirca un’ora di schermo attivo. Un aspetto sicuramente positivo è però la velocità di ricarica di OPPO Find X2 Pro che generalmente potrà essere ricaricato da 0 a 100 in meno di 40 minuti; dati ufficiali OPPO che abbiamo confermato con precisione nei nostri test utilizzando l’alimentatore rapido incluso in confezione.

Prezzo e Conclusioni

OPPO Find X2 Pro sarà disponibile a partire dall’8 Maggio 2020 al prezzo di 1199,00€. Il dispositivo arriverà in versione da 12 GB di RAM e da 512 GB do ROM nelle versioni in Pelle Vegana Arancione e in Ceramica Nera. Tutti coloro che si registreranno al sito www.oppopromo.it a partire dal 22 aprile fino all’8 maggio 2020, acquistarenno un OPPO Find X2 Pro dall’8 maggio al 30 giugno e caricanno la prova di acquisto entro il 10 luglio 2020, riceveranno in omaggio un paio di auricolari wireless OPPO Enco Free e un OPPO Bluetooth Speaker. Chi si registrerà online dal 9 maggio al 10 luglio 2020, caricando la prova di acquisto, riceverà un paio di auricolari OPPO Enco Free.

In definitiva OPPO Find X2 Pro è sicuramente il miglior top di gamma Android al momento, nonché il device più avanzato mai costruito dall’azienda cinese. Viene proposto sicuramente ad un prezzo importante, ma probabilmente è giunto il momento di considerare OPPO alla stregua dei brand di cui solitamente ci “fidiamo” di più. Questo dispositivo offre prestazioni impareggiabili, un display immersivo e fluidissimo, una fotocamera appagante e un software che fa del suo meglio per migliorare di aggiornamento in aggiornamento. Peccato solo per la batteria che talvolta può andare un po’ stretta, ma è un po’ un contrappasso necessario in questi casi. Sicuramente il prezzo è importante e farà desistere molti, ma pensate a questo Find X2 Pro come un’alternativa, paradossalmente economica, al Galaxy S20 Ultra e all’iPhone 11 Pro Max.

9.0

Concreto, appagante e soprattutto innovativo. OPPO Find X2 Pro non è che il risultato scontato di un processo di sviluppo volto ad offrire agli utenti un top di gamma che appaghi in ogni situazione di utilizzo. Se confrontato ad altri device di pari livello il prezzo non è - oggettivamente - poi così elevato.

Design
9.5
95%
Display
10.0
100%
Hardware
10.0
100%
Connettività
9.5
95%
Audio
8.5
85%
Fotocamera
9.0
90%
Software
8.0
80%
Batteria
7.5
75%
Qualità/Prezzo
9.0
90%

Pro

- Prestazioni estreme
- Schermo fluido e immersivo
- Fotocamera appagante
- Software in costante aggiornamento
- Connettività completa
- Design origianale

Contro

- Batteria migliorabile

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.