Realme 6 Pro: quel pizzico di “Pro” in più che basta! – RECENSIONE

di Andrea Cervone 0

Con Realme 6 Pro l’azienda cinese punta a migliorare quanto di buono già fatto vedere con Realme 6 – di cui trovi qui la recensione – apportando alcune piccole modifiche mirate alla scheda tecnica del modello base. Chiaramente sale anche il prezzo e pertanto la domanda diventa la seguente: vale la pena investire qualcosina in più? E soprattutto, in cambio di cosa?

Design

Rispetto al Realme 6 non è cambiato molto, ma Realme 6 Pro si presenta con un design lievemente più curato e con un effetto di rifrazione particolarissimo sul retro che genera una saetta quando il dispositivo viene colpito dalla luce. Anche a livello di dimensioni siamo più o meno ai livelli di Realme 6, anche se sulla carta il Pro è più grande di qualche frazione di millimetro. Nulla che l’occhio o la mano possano realisticamente notare. Anche la disposizione degli elementi è perfettamente identica a Realme 6, con l’unica eccezione rappresentata da uno dei microfoni per la soppressione dei rumori che viene posizionato in basso sul modello base e in alto su Realme 6 Pro. L’altra modifica è probabilmente la più evidente ma si nota soprattutto a schermo acceso: sul Realme 6 Pro troviamo infatti una fotocamera anteriore aggiuntiva che permette di scattare foto grandangolari senza ricorrere a manipolazioni software. C’è quindi fondamentalmente un doppio foro nello schermo che però non risulta troppo invadente. Peso e maneggevolezza restano nella norma.

Schermo

Nonostante le dimensioni praticamente identiche, Realme 6 Pro accresce la diagonale dello schermo di 0.1 pollici rispetto al fratellino minore. Qui infatti abbiamo un display IPS LCD da 6.6 pollici con risoluzione FullHD+ e la nuova killer feature dei medi di gamma di Realme, ossia il refresh rate variabile fino a 90 Hz. Per questo schermo valgono le stesse considerazioni fatte per il Realme 6 Pro, con una particolare menzione al refresh rate automatico che sembra preferire leggermente i 90 Hz sul modello Pro rispetto a quanto accadeva con il più conservativo Realme 6. Restano ottime la luminosità, gli angoli di visione e il contrasto, mentre i neri sono chiaramente quelli di un LCD e non risultano profondi come quelli di un OLED. Qualora lo schermo dovesse risultare un po’ troppo grande l’utente potrà sempre ricorrere alla modalità ad una mano per semplificare le operazioni.

Hardware

Per essere davvero “Pro” il Realme 6 Pro si equipaggia con un processore in grado di soddisfare al meglio le aspettative dell’utenza più esigente. Badate bene, non ci troviamo comunque dinanzi ad un top di gamma, ma comunque rispetto al processore Mediatek integrato nel modello base, Realme 6 Pro sceglie uno Snapdragon 720G a cui vengono affiancati 6 GB di RAM e 128 GB di memoria. Troviamo quindi 2 GB di RAM in più rispetto al modello base e il doppio della memoria di partenza che resta comunque espandibile tramite microSD. Le prestazioni di Realme 6 Pro sono tutta un’altra storia rispetto a quelle del Realme 6: qui lo smartphone vola letteralmente grazie ad una linea di processori che da sempre strizza più l’occhio alle alternative di fascia top rispetto alle proposte più economiche. Non saremo ai livelli di uno Snapdragon di serie 800, ma poco ci manca. Sia nelle operazioni più leggere che in quelle più pesanti il dispositivo non mette in luce rallentamenti e riscaldamenti. Davvero nulla di negativo da segnalare.

Connettività

La connettività si conferma completa anche su Realme 6 Pro, esattamente come visto su Realme 6. Troviamo infatti il Bluetooth 5.0 con A2DP e tecnologia LE, il GPS/Glonass/Galileo, l’NFC e il WiFi dual-band (a/b/g/n/ac). La ricezione ci è sembrata molto buona e in linea con quella del Realme 6, così come la qualità in chiamata, sia in entrata che in uscita.

Audio

La qualità audio del Realme 6 Pro è sicuramente positiva: ci troviamo dinanzi ad un sistema stereo che però non presenta una buona distribuzione delle frequenze, con particolare sofferenza dei bassi che quasi non esistono. L’ascolto rimane però piacevole e all’occorrenza c’è pur sempre il jack delle cuffie per poter migliorare la qualità di ascolto. Anche il volume è piuttosto elevato e permette di ascoltare musica o contenuti media dallo smartphone senza bisogno di speaker esterni.

Software

La Realme UI è la stessa, identica che trovavamo su Realme 6. Infatti Realme 6 Pro si presenta con un software basato su Android 10 e con patch di sicurezza aggiornate a marzo, ma anche con degli elementi grafici colorati e dal design fresco. La personalizzazione è sempre ridotta all’osso, ma all’utente viene lasciata la possibilità di personalizzare diverse funzionalità ed elementi dello smartphone per renderlo il più adeguato alle nostre esigenze. Tra le funzionalità segnaliamo ovviamente le gestire ma anche la possibilità di affiancare due applicazioni in contemporanea per migliorare il multitasking, così come la possibilità di creare cloni delle app più famose per avere un doppio accesso alle stesse.

Fotocamera

Se il comparto fotografico di Realme 6 ci aveva stupito, quello di Realme 6 Pro si conferma affidabile e convince ancora di più. Troviamo infatti quattro fotocamere: una principale da 64 megapixel f/1.8, una ultra-wide f/2.5, un teleobiettivo da 8 megapixel f/2.3 e infine un sensore da 2 megapixel f/2.4 per la modalità ritratto. La qualità delle foto è generalmente in linea con quella del modello base, forse solo leggermente superiore in notturna e negli scatti che utilizzano la ultra-grandangolare. Restano positive la modalità ritratto e anche la modalità di scatto a 64 megapixel per acquisire più dettagli possibili. I video arrivano fino al 4K a 30 fps con risultati nella media. Generalmente buona ci è sembrata la stabilizzazione, sia durante lo scatto delle foto che nell’acquisizione dei video.  Passando invece alla fotocamera anteriore, qui troviamo il vero valore aggiunto del modello Pro: abbiamo infatti un sensore principale da 16 megapixel f/2.8 e un sensore aggiuntivo da 8 megapixel f/2.2 ultra-grandangolare: in questo modo sarà possibile scattare selfie di gruppo con maggiore semplicità e senza dover ricorrere a manipolazioni software. I risultati sono appaganti con entrambe le fotocamere ed è anche possibile registrare video con entrambe. Questo rende il Realme 6 Pro uno dei dispositivi più versatili in circolazione nel comparto fotocamera.

Batteria

La batteria del Realme 6 Pro è da 4300 mAh ed è la stessa che troviamo su Realme 6. I risultati sono anche molti simili, ma grazie al processore Snapdragon 720G è possibile chiudere la giornata in modo più agevole con circa 6 ore e mezza di schermo attivo. Utilizzando con parsimonia il telefono e magari ricorrendo alle modalità di risparmio energetico si arriva a chiudere la giornata con più di 7 ore di schermo. La ricarica è abbastanza rapida (30W) e permette di ricaricare circa il 70% della batteria in 30 minuti e il 100% in un’ora appena. Risultati davvero ottimi per un medio di gamma.

Prezzo e Conclusione

Realme 6 Pro arriva in commercio il 18 maggio ad un prezzo consigliato di 349,99€ (potete preordinarlo con consegna al dayone da qui) e sarà sicuramente un’aggiunta interessante alla lineup già completa di Realme per questo 2020. Una cifra leggermente più elevata rispetto a quella del Realme 6 che si giustifica per la presenza di un processore più potente – che fa la differenza – di una fotocamera anteriore in più – anch’essa molto utile – e di uno schermo impercettibilmente più grande. Ne vale la pena rispetto ai 209€ del Realme 6 base? Se volte un dispositivo più completo e che soprattutto possa soddisfarvi più a lungo nel tempo si, altrimenti se cercate un buon medio di gamma per l’utilizzo quotidiano e senza troppi fronzoli potrete probabilmente risparmiare qualche soldino e andare sul fratello minore. In ogni caso avrete tra le mani uno dei migliori esemplari della fascia media del 2020.

8.3

Bello, concreto e accessibile. Il classico smartphone che non delude. In altre parole un vero best-buy del 2020. Realme 6 Pro soddisfa in ogni aspetto e non presenta serie criticità. Migliorano le prestazioni rispetto al modello base e anche la fotocamera. Grazie al chip Snapdragon vengono ridotti i consumi e il costo resta contenuto. Difficile muovere delle critiche.

Design
8.0
80%
Schermo
8.0
80%
Hardware
8.5
85%
Connettività
8.0
80%
Audio
8.0
80%
Software
8.5
85%
Fotocamera
8.5
85%
Batteria
8.5
85%
Qualità/Prezzo
9.0
90%

Pro

- Prestazioni soddisfacenti
- Schermo di buona qualità
- Fotocamera versatile e appagante
- Batteria longeva
- Software completo

Contro

- La ricarica wireless sul Pro sarebbe stata la ciliegina...

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.